RESOCONTO CONSIGLIO DI DIPARTIMENTO|25/02/2022

RESOCONTO CONSIGLIO DI DIPARTIMENTO|25/02/2022

L’Associazione studentesca Vivere Architettura, informa gli studenti che in data 25 Febbraio 2022 alle ore 11:00, si è riunito – in modalità telematica – il Consiglio del Dipartimento di Architettura per discutere e deliberare sui seguenti ordini del giorno:

  1. Comunicazioni: Si informano gli studenti che, le sessioni di didattica e le attività del secondo semestre si svolgeranno al 100% in presenza. Ci sono molte eccezioni che anche l’ateneo ha difficoltà a identificare in questa fase, è infatti presumibile che il 20/30% degli studenti possa rientrare nelle “eccezioni”, ma non è attualmente quantificabile. La prima settimana sarà uno strumento utile per valutare se tutto quello che stiamo predisponendo, di cui si sta occupando lo staff tecnico amministrativo, i delegati e i coordinatori dei corsi di studio, sia effettivamente efficace. Il Direttore, rispetto alle modalità del dipartimento, sconsiglia la modalità asincrona, ma in seguito alla richiesta dei Rappresentanti di avere a disposizione le lezioni registrate, esse vengono riconosciute come strumento utile nel recupero di alcune lezioni. Il Direttore fa presente che questa modalità rientra nella categoria del materiale didattico, che da sempre è possibile fornire online a disposizione degli studenti, ma dato che le lezioni frontali non prevedono la frequenza obbligatoria, sta alla sensibilità e alla capacità del docente supplire alle questioni. Il professore Sciascia trova questa questione indispensabile da affrontare nelle prossime settimane, in seguito alle due settimane di sperimentazione. Viene segnalato dal professore Nobile che, a lui come ad altri, è stato attribuito d’ufficio un team che non corrisponde alla sua disciplina. Il professore Sciascia trova l’integrazione sulla questione della didattica posta da Nobile, indispensabile da affrontare nelle prossime settimane, in seguito alle due settimane di sperimentazione. Forse non è stato tenuto conto della differenza tra materie annuali e semestrali nell’assegnazione di nuovi teams, vuole smorzare eventuali inefficienze ed invita i colleghi dei laboratori a capire qual è realmente la condizione in cui vertiamo. Ritiene che la questione posta da Nobile sia più specifica per il corso in Architettura, in cui vengono affrontate materie frontali una cui parte tratta di questioni non frontali. L’intenzione, in ogni caso, è quella di vedere come vanno le prime due settimane, per poi smorzare eventuali inefficienze e fare le nostre considerazioni e proposte in Ateneo. Era già prevista, infatti, una taratura monitoraggio tra la seconda è la terza settimana soprattutto per quanto riguarda gli spazi e si considera questo secondo semestre come uno in cui andiamo verso la dimensione completamente in presenza. Su richiesta della studentessa Michela Cataldo, in merito agli studenti che hanno fatto richiesta per le lezioni online ma che non sono stati aggiunti a nessun team, il Direttore afferma che era stata fatta già dai rappresentanti degli studenti al Rettore una richiesta di possibile proroga per esprimere la preferenza in merito alla frequenza a distanza, ed è presumibile che verrà attuata. Il Direttore ricorda, inoltre, che gli strumenti migliori sono quelli del buonsenso e che laddove fa piacere e c’è il buonsenso di seguire in presenza, è consigliato. Il Direttore, riferendosi alla ripresa delle lezioni, suggerisce a tutti quanti di arrivare almeno mezz’ora prima, soprattutto per le prime ore, per evitare ritardi in quanto verranno a crearsi code per la verifica del green pass agli ingressi. Inoltre, non potendo imporre nessuna modalità didattica, sconsiglia semplicemente la modalità asincrona, affermando che per ottenere una tale preparazione servirebbero almeno 6 mesi, ma ogni docente rimane libero in merito all’insegnamento del proprio corso. Sostenendo anche che tutte queste richieste di chiarimenti vanno rivolte all’unità operativa didattica. Intervento del professore Lecardane in merito alla partecipazione, dal 7 all’11 febbraio, insieme ad alcuni studenti, coordinati da lui stesso e dalla professoressa Tesoriere, al workshop internazionale con altre cinque università, in un rapporto iniziato nel 2014, firmato dall’ex rettore Micari, e che da due anni permette ai nostri ragazzi di ricevere premi grazie alla formazione fornita dal nostro Dipartimento. Come preannunciato allo scorso consiglio di Dipartimento con l’organigramma del consiglio, il dottor Gagliano visualizza alla componente presente la homepage del dipartimento, moduli e richieste, chiarendo i percorsi ed i passaggi da svolgere, a favore di una migliore organizzazione tra docente e personale tecnico amministrativo. Si procede con le comunicazioni, la parola al professore Ronsivalle in merito alla ricerca: una riguarda la nota inviata dalla professoressa Germanà, la quale comunica di aver avuto contatti per l’adesione ad un progetto come componente della seconda unità di ricerca da parte dell’ Università di Siena sul tema archeologico, la proposta di progetto si chiamerà Terra. La rilevanza della proposta deriva dal fatto che si tratta di di temi simili a quelli di sua competenza. Una seconda proposta è avanzata dalla professoressa Garofalo in cui ci comunica che è stato integrato il gruppo di ricerca presso il Dipartimento di Cultura e Società con l’inserimento del dottor Travagliato. In ultimo, la professoressa Giubilaro è legata al dipartimento sulla questione delle biblioteche digitali e la parte immateriale del patrimonio di conoscenza, su cui si creeranno dei seminari;
  2. Approvazione verbali precedenti sedute: Si mette in approvazione il verbale della seduta del 24 gennaio 2022;
  3. Ratifica provvedimenti relativi alla Didattica;
  4. Offerta Formativa A.A. 2021/2022: Viene attribuita la carica didattica del dipartimento di culture e società al Professore Monterosso, da erogare al CdS per i media e l’istruzione. Viene assegnato l’insegnamento scoperto della materia “Antropologia degli Artefatti” del terzo anno a Michele Tiberio. Viene approvato all’unanimità il professore Sessa in qualità di decano del Corso di Studi in Architettura con sede ad Agrigento. Vengono citati anche i seminari riguardo l’Ucciardone ed il Pagliarelli, proposti dal Dipartimento di Giurisprudenza intorno al tema dell’identità, ragionando intorno al rapporto tra questa e gli spazi alle varie scale e significati. Questi seminari verranno svolti all’interno delle carceri ma l’idea è che possano partecipare studenti non reclusi in numeri molto ridotti. È un ciclo di 10 seminari 3 ore cadauno a cui afferiscono diversi dipartimenti, di questo son responsabili i docenti Marsala e Schiavo;
  5. Offerta Formativa A.A. 2022/2023: Viene nominato come referente CdS il Professore Dario Russo, che sostituisce il Professore Mangano con il Professore Di Dio. Per quanto riguarda il corso di Ingegneria Edile-Architettura è stato proposto un viaggio a Barcellona nel maggio giugno 2022, che coincide con un gruppo di studenti del corso in Design e Territorio in modo da rendere più equiparate le offerte delle agenzie che sembrano attualmente troppo alte.
  6. Visite Didattiche 2021/2022 – Fondi 2019 e 2021
Elena Faraci

I commenti sono chiusi