Elezioni 14 e 15 maggio, per cosa sei chiamato a votare?

Elezioni 14 e 15 maggio, per cosa sei chiamato a votare?

Come sapete, il 14 e il 15 Maggio la popolazione studentesca sarà chiamata alle urne per il rinnovo della Rappresentanza Studentesca in seno a Consiglio di Amministrazione UniPa, Senato accademico UniPa, C.S.U. Comitato per lo Sport Universitario, Consiglio di Amministrazione ERSU, che non vede rappresentanza eletta da più di 4 anni, C.N.S.U. (Consiglio Nazionale Studenti Universitari).                                                   

4-1

Ma di cosa quali sono e di cosa si occupano gli Organi Superiori?

Iniziamo con il Senato Accademico, organo a cui competono le funzioni di proposta e consultive in materia di didattica, ricerca, orientamento e servizi agli studenti ed è il primo ad interfacciarsi con il ministero della pubblica istruzione, qualora dovesse esservi una nuova normativa da esaminare. 

Il Senato Accademico:

  • Rappresenta le esigenze di tutte le componenti dell’Ateneo e coordina l’attività dei Dipartimenti, delle Strutture di raccordo e delle strutture di ricerca in vista del loro.
  • Collabora con il Consiglio di Amministrazione riguardo le funzioni di indirizzo strategico e di programmazione economica e finanziaria e con il Rettore nelle funzioni di indirizzo, iniziativa e coordinamento delle attività scientifiche e didattiche. 
  • Formula proposte e giudizi obbligatori in materia di didattica, ricerca e servizi agli studenti, nonché di attivazione, modifica o soppressione di corsi, sedi e dipartimenti.
  • Approva il regolamento di ateneo e, previo parere favorevole del consiglio di amministrazione (CDA) , i regolamenti, compresi quelli di competenza dei dipartimenti e delle strutture di raccordo, in materia di didattica e ricerca, nonché il codice etico; 

È formato dal Rettore, che lo presiede, docenti, direttori di ripartimento, ricercatori, e da 4 rappresentanti degli studenti, la cui carica dura 2 anni. 

 Il Consiglio di Amministrazione Unipa (CDA) è l’organo responsabile dell’indirizzo strategico e della programmazione finanziaria. Esso:

  • si uccupa della gestione del personale di Ateneo e della vigilanza sulla sostenibilità finanziaria delle attività, attuando gli orientamenti della politica accademica indicati dal senato accademico. 
  • vigila sulla sostenibilità finanziaria delle attività dell’Ateneo. 

Anch’esso è presieduto dal Rettore e da 4 docenti designati dal senato, 2 componenti esterne scelte dal Rettore, 1 rappresentante tecnico amministrativo e 2 studenti eletti su base d’ateneo. 

 Il C.S.U., Comitato per lo Sport Universitario, anche conosciuto con l’acronimo di CUS, coordina le attività sportive a vantaggio dei componenti la comunità universitaria e sovraintende agli indirizzi di gestione degli impianti sportivi e ai programmi di sviluppo e promozione delle attività sportive a carattere ricreativo e agonistico.   

Anche qui, il ruolo di rappresentanza è affidato a 2 studenti con carica biennale. 

 Il Consiglio di Amministrazione ERSU, è probabilmente l’organo più direttamente collegato agli studenti, in quanto si relazione direttamente con l’ente che provigiona le borse di studio, sussidi straordinari, servizi abitativi (posto letto presso le residenze universitarie per gli studenti fuori sede), servizio ristorazione e altri contributi economici per mobilità internazionale, per cause eccezionali, per laureati (premi laurea). 

Qui, per rappresentare la popolazione studentesca, vengono eletti 3 studenti, e restano in carica 4 anni.  

 Infine troviamo il CNSU, acronimo di Consiglio Nazionale Studenti Universitari, un organo consultivo del MIUR composto da ventotto membri eletti dagli studenti dei corsi di laurea triennale e specialistica, dagli specializzandi e dai dottorandi di ricerca.

I suoi membri durano in carica due anni e sono rieleggibili. Il CNSU formula pareri e proposte al Ministro sui progetti di riordino del sistema universitario, sui decreti ministeriali e sui criteri di assegnazione e utilizzazione dei finanziamenti da parte delle università. In quanto organo nazionale e non di ateneo, tutte le sue proposte vengono effettuate per un possibile cambiamento generale di tutte le università italiane, e vengono successivamente presentate direttamente al Ministro dell’Istruzione. 

I 28 membri sono eletti in 4 collegi (Nord Est, Nord Ovest, Centro e Sud). 

Per conoscere i nostri candidati dai un’occhiata all’articolo dedicato e seguici su Facebook e Instagram.

Fonte:
http://www.vivereateneo.it/elezioni-14-15-maggio-cosa-chiamato-votare

Davide Silvestri