Cosa fare in caso di positività al Covid-19 tua o di qualcuno vicino a te

Cosa fare in caso di positività al Covid-19 tua o di qualcuno vicino a te

Vivere architettura vi illustra dei semplici passaggi da eseguire nel caso in cui risultiate positivi al SARS-CoV-2 o nel caso in cui vi trovaste nell’isolamento forzato della quarantena (la cui durata è di 14 giorni dall’ultima esposizione al caso).

“DI COSA HO BISOGNO?”

-Se avete contratto il covid-19; avrete bisogno di produrre il documento in formato digitale che certifichi la vostra positività.

-Se ad aver contratto il virus è un vostro convivente, avrete bisogno del certificato del medico curante (in formato digitale) che attesta la vostra persona in stato d’isolamento della quarantena.

-Invece se siete stati a contatto con una persona, dichiaratasi positiva al virus, vi preghiamo di andare ad effettuare un tampone o un sierologico presso uno dei centri specializzati della vostra zona o presso un drive in.

-Nel caso in cui il soggetto segnalato non sia stato preso in carico dal Dipartimento dell’ASP è necessario effettuare un test rapido o molecolare dopo almeno 5 giorni dal contatto oppure attendere 14 giorni dall’ultimo contatto e richiedere il nullaosta del SPPPA.

“COSA DEVO FARE?”

Nel momento in cui sarete in possesso dei documenti sopra citati, sarà indispensabile inviare i medesimi per mezzo di posta elettronica al vostro gruppo insegnanti
(es. nome.cognome@unipa.it)

Alla Professoressa Silvia Tinaglia
(silvia.tinaglia@unipa.it) e al didattica.darch@unipa.it

Grazie per vostra attenzione.

Alexia Formica

I commenti sono chiusi