Open Days | Scuola Politecnica | 20-22/02/18

In occasione degli “Open Days” che si terranno nei giorni 20, 21 e 22 Febbraio 2018, l’Associazione Vivere Architettura  (Edificio 14, spazio autogestito, piano terra, Aula C.18), in linea con l’offerta formativa presentata dalla Scuola Politecnica, sarà presente nei seguenti giorni al fine di introdurre le future matricole al mondo universitario. In allegato il programma:

  • MARTEDÌ 20 FEBBRAIO:
    10.00-12.00 Nozioni sui fondamenti della Storia dell’Architettura
    15.00-17.00 Presentazione degli strumenti dell’Architetto e basi per il disegno tecnico
  • MERCOLEDÌ 21 FEBBRAIO:
    10.00-12.00 Graphic Design
    15.00-17.00 Presentazione degli strumenti dell’architetto e basi per il disegno tecnico
  • GIOVEDÌ 22 FEBBRAIO:
    Graphic Design
    10.00-12.00 Nozioni sui fondamenti della Storia dell’Architettura 
    15.00-17.00 
    Presentazione degli strumenti dell’architetto e basi per il disegno tecnico

Per l’intera durata dell’evento sarà disponibile al pubblico la mostra dei progetti del Laboratorio di Disegno Industriale I dell’anno 2016/2017 tenuto dal prof. A. Pantina 
Scuola Politecnica A2-6 per visualizzazione (1)

Slide dei seminari: Sun Med Festival, No Smog Mobility e caricamento delle relazioni

Gli studenti che hanno partecipato ai seminari “Sun Med Festival” e “No Smog Mobility”, organizzati da Vivere Ateneo, Vivere Architettura, Vivere Ingegneria e Vivere MM.FF.NN., possono scaricare le slide degli interventi dai seguenti link.

Sun Med Festival:

  • Slide del seminario internazionale di giorno 1 ottobre: “Sustainable Energy solutions for the Mediterranean communities” Qui le Slide
  • Per il seminario LA RIGENERAZIONE COME PROCESSO PER LIBERARE E CREARE ENERGIE svolto il 30 pomeriggio non ci sono slide, ma qua trovi il programma.
  • Per il seminario del 30 mattina “Una marcia in più per gli impianti FV” non ci sono slide.
  • Per il workshop “Aspetti costruttivi e di installazione di un impianto Fresnel poligenerativo” Qua le slide utilizzate dal Docente l’Ing. Arata

No Smog Mobility:

  • Per tale seminario, non sono disponibili le slide.

INVIO DELLA RELAZIONE:

Per l’attribuzione dei CFU, la relazione deve essere caricata tramite e-mail alla casella: “relazioni.vivereingegneria@gmail.com“. La relazione dovrà essere al massimo di due pagine. Eventuali relazioni che superino le 2 pagine saranno ugualmente accettate.
Ricordiamo che la richiesta di attribuzione CFU deve essere fatta una volta iscritti all’anno accademico in cui risulta la voce “Stage, tirocinio e altro”.

LE RELAZIONI RIGUARDANTI I SEMINARI DEVONO ESSERE CONSEGNATE ENTRO E NON OLTRE IL 25/10/2016, E NELL’OGGETTO DELLA MAIL DEVE ESSERE ESPRESSO IL PROPRIO NOME, COGNOME E CORSO DI LAUREA.

Tutorato Illustrator

poppoL’ associazioni Vivere Architettura è lieta di presentarvi il primo Tutorato di Illustrator.

Il tutorato ha come obbiettivo quello di dare le basi per poter utilizzare al meglio il software.

La partecipazione al tutorato è totalmente gratuita, ed è necessario registrarsi al fine di parteciparvi

QUI IL MODULO ON-LINE

Il tutorato si svolgerà nei giorni 9, 11 e 18 dicembre; in seguito alla registrazione on-line, lo staff di Vivere Architettura avrà cura di informarvi in quale giornata sarete smistati al fine di garantire il servizio a quante più persone possibili .

Contatti:

  • Salvatore Lo Scrudato: 388-8156707
  • Andrea Spinella: 327-3282031

EVENTO FACEBOOK

I CANTIERI DEL DESIGN

Dal 14 al 20 ottobre i Cantieri Culturali alla Zisa ospitano I Cantieri del Design: un progetto, inserito nell’ambito dei Cantieri del Contemporaneo, il Festival a cura di Giuseppe Marsala, che propone quattro mostre sulle sperimentazioni dei giovani designer siciliani, a cura di Viviana Trapani. Frutto di attività didattiche e ricerche condotte dalla scuola di Disegno industriale di Palermo, le esposizioni offriranno l’occasione per incontrare e riflettere sulla progettualità del design, che esprime forme di creatività e d’innovazione atte a promuovere concreti processi di sviluppo, interpretando contemporaneamente le qualità e le identità territoriali. Le quatto sezioni ospitate presso le “botteghe” dei Cantieri, proporranno diversi temi e approcci progettuali.
 
Ad esempio l’indagine circa gli aspetti sensoriali del design, legati all’udito e alla percezione sonora, in stretto rapporto con la percezione tattile e formale degli oggetti. La mostra “Design e suono”, curata da Domenico Argento e divisa in due sezioni, oggetti sonori e il suono degli oggetti, propone un nuovo punto di vista sul design attraverso l’interazione con una materia “immateriale” come il suono.
 
L’imballaggio responsabile per il comparto agro-alimentare siciliano è protagonista della mostra “Ri.Pack design”, a cura di Anna Catania. Sviluppati in collaborazione con Tecnobox, Scia Imballaggi, Consorzio Libera Terra Mediterraneo e Comieco, i progetti si sono posti l’obiettivo di ideare packaging sostenibili e riutilizzabili in materiali cellulosici, da utilizzare nel comparto agroalimentare, soprattutto per il trasporto di prodotti in occasione di eventi fieristici, come ’Expo 2015.
 
Un’altra sezione è rappresentata dalla mostra “Lettere, Alfabeti, Libri”, a cura di Cinzia Ferrara, che ricostruisce attraverso l’esposizione di vari artefatti grafici (foto, caratteri, alfabeti, libri) un viaggio nel mondo delle lettere, osservate da nuove angolazioni e analizzate come forme, contenuti di significati, elementi modulari. Lettere che da elementi bidimensionali diventano anche oggetti tridimensionali, compongono alfabeti, costruiscono libri. Le esperienze progettuali nascono dall’uso di strumenti analogici e digitali e descrivono un processo che procede dal significato alla forma, dal modulo al sistema, dall’elemento al contesto di riferimento, dal concept al progetto del libro.
 
“New domestic place”, mostra a cura di Benedetto Inzerillo, raccoglie prototipi di oggetti attraverso i quali gli studenti provano a costruire uno spazio informale e accogliente, giocoso e pensoso contemporaneamente, sperimentando nuove possibili declinazioni della casa contemporanea; una consapevolezza ambientale ormai radicata orienta la scelta verso materiali e processi costruttivi che rendono gli oggetti leggeri, economici, facilmente disassemblabili, senza tuttavia rinunciare a riproporne quel carattere amichevole e poetico che è la cifra del migliore design italiano. Il riuso delle materie e dei componenti è occasione di intelligenza costruttiva e di espressività materica.

Design Eco-logico

Locandina

La prospettiva alternativa del Design Ecologico – dal 15 al 20 luglio a San Vito Lo Capo (aula consiliare del comune – Via Savoia 167), in occasione del Siciliambiente documentary film fest, si terrá la mostra Design Eco-logico con i prototipi degli studenti del Corso di Studi in Disegno Industriale realizzati all’interno del lab. 2 – a cura del Prof. Benedetto Inzerillo e dei suoi collaboratori Marcello Calà, Nancy Giordano, Giuseppe Lo Giudice, Chiara Minì, Giorgio Schirò.

3

2 1

8th Edition of International Summer School

La 8° edizione della Summer School è promossa da
ECOLAB del Dipartimento di Psicologia dell’Università degli
studi di Palermo. Il Corso ha la durata di una settimana fulltime
e si svolgerà dal lunedì 7 a sabato 12 luglio 2014
nell’isola di Favignana (Trapani).

Possono partecipare per il riconoscimento di n. 6 CFU, i
candidati in possesso di laurea triennale, di laurea
specialistica o di laurea magistrale, diploma di laurea
quadriennale (vecchio ordinamento).

Il Corso è limitato ad un numero di 30 partecipanti dunque affrettatevi!

La domanda di partecipazione (in formato
doc/pdf) entro il 30 aprile 2014 alla coordinatrice della scuola
prof.ssa ELISABETTA DI GIOVANNI : elisabetta.digiovanni@unipa.it

QUOTA DI PATECIPAZIONE

APPLICANTS: € 100 – Summer School + materiale
didattico e pranzi. CONTRIBUTORS: € 200 – Summer
School + materiale didattico + pranzi + pubblicazione con
codice Isbn.

Per altre eventuali info in allegato il Bando summer VIII ed

 

Nuove aule multimediali a Palermo

aula-multimediale-unipa1-400x215

Nuove aule didattiche multimediali all’Università di Palermo. In totale 181 nuovi personal computer e 18 terminali leggeri a disposizione degli studenti grazie al progetto integrato che ha riguardato anche il potenziamento della rete wireless di Ateneo e il potenziamento della infrastruttura tecnica (rete e server) per il supporto, la gestione e la virtualizzazione dei desktop remoti. Si tratta dell’Aula F110 nell’edificio 8 (Ingegneria) e dell’Aula 3.4, nell’edificio 14 (Architettura). Domani saranno invece inaugurate la Sala IV del Circolo giuridico, all’interno dell’ex Convento dei Teatini in via Maqueda e l’aula didattica multimediale annessa all’aula Stellino nel complesso didattico di via Parlavecchio, nella Scuola di Medicina.

Aule attrezzate per l’utilizzo in attività didattiche pratico-teoriche e come luogo destinato agli studenti per attività generiche di studio;

Un progetto finanziato dall’Ateneo  per migliorare e potenziare i servizi destinati agli studenti. Durante l’inaugurazione sono presenti il rettore Roberto Lagalla; il direttore generale Antonio Valenti; il presidente della Scuola politecnica Fabrizio Micari con il vicepresidente Maurizio Carta; il dirigente del Sistema informativo di Ateneo, Massimo Tartamella; l’ingegnere Salvatore Vitabile, ricercatore di Sistemi di elaborazione delle Informazioni del dipartimento di Biopatologia e Biotecnologie mediche, responsabile del progetto.

Sono state completate e attivate anche due aule didattiche multimediali: il Lab 1 e il Lab 4 in viale delle Scienze, edificio 12, per un totale di 55 postazioni, configurate utilizzando i personal computer già disponibili in l’Ateneo, con limitate capacità di calcolo, ma utilizzabili in modalità virtuale come terminali remoti. Infine, sono stati attrezzate, come spazi tecnologici, l’Aula multimediale A e l’Aula multimediale B, nel Polididattico di viale delle Scienze.

Considerato il numero elevato di nuove postazioni sono state scelte unità centrali e monitor a basso consumo energetico, in modo da ridurre e ottimizzare i relativi costi di esercizio